Come fare la manutenzione del saliscendi doccia?

manutenzione del saliscendi doccia

La manutenzione del saliscendi doccia è un’operazione che dev’essere effettuata da periodo in periodo.

I problemi della doccetta a telefono” dipendono, molto spesso, da 2 fattori:

  1. l’ostruzione dei fori del soffione da parte di corpi estranei
  2. calcare e deterioramento, fino alla perdita della tenuta, delle guarnizioni del tubo flessibile di alimentazione

Gli interventi da eseguire, per effettuare la manutenzione del saliscendi della doccia e riportare tutto a un buon funzionamento, sono semplici e veloci: basta trovare mezz’ora di tempo per effettuarli.

Un punto debole è il flessibile che va dall’attacco a parete (o al gruppo bagno) alla doccetta. Se il tubo interno si è fessurato e perde va sostituito tutto il flessibile svitando le ghiere alle sue estremità (attenzione a non lasciare brutti segni con le pinze).

Manutenzione saliscendi doccia

manutenzione del saliscendi doccia

  1. Svitiamo l’attacco a muro del flessibile della doccetta agendo sulla ghiera, dopo aver interposto uno straccetto per non segnarlo con le pinze giratubi. Non bisogna stringere troppo.
  2. Scolleghiamo il flessibile anche dalla doccetta allentando la ghiera che lo collega. Se non si svita proviamo a bagnarla con aceto o con un preparato anticalcare e facciamo passare acqua calda.
  3.  Alle due estremità del flessibile vi sono delle guarnizioni anulari che vanno sostituite. Esaminiamo le sedi delle guarnizioni, se sono danneggiate o troppo incrostate si sostituisce anche il tubo flessibile.
  4. Il calcare che si deposita nei forellini e nei filtri riduce notevolmente il deflusso dell’acqua e rende irregolare il getto. L’intervento consiste nello svitare l’erogatore centrale e accedere alla vite che tiene assemblato l’insieme.
  5. Dopo averla smontata, i componenti della doccetta si pongono a bagno in acqua tiepida in cui abbiamo versato un liquido anticalcare. Altro anticalcare può essere spruzzato sui filtri fino all’eliminazione delle incrostazioni. In questo modo, tutti i forellini erogano regolarmente l’acqua.

_________________________________________________________________________________________________

Tempo di lettura: 2 min | fonte: http://bit.ly/2B8MoJZ


Scrivi un commento