#LoSaiChe | Bere acqua del rubinetto fa male?

Sei sicuro che l’acqua del rubinetto sia buona?

Gli acquedotti fanno un ottimo lavoro nel fornire acqua potabile a tutta la popolazione ed è per questo motivo che la nostra acqua è controllatissima. Purtroppo però gli inquinanti che si possono trovare nell’acqua potabile sono moltissimi: sebbene essi siano entro i limiti di legge, ci sono e non sono salutari.

Lo sapevi che i limiti di legge degli inquinanti dell’acqua potabile sono stati alzati diverse volte in passato? 

A causa dell’aumento esponenziale dell’inquinamento ambientale, la quantità di inquinanti nell’acqua è sempre più elevata. Esiste un altro pericoloso inquinante che viene utilizzato come battericida dagli acquedotti: il CLORO (ottimo battericida a basso costo). Gli acquedotti, infatti, lo utilizzano per garantirci dell’acqua libera da batteri, peccato però che al posto dei batteri… beviamo il cloro! Dannoso per il nostro organismo, secondo numerosi studi medici.

Secondo recenti dati ISTAT, una famiglia arriva a spendere circa 20 euro al mese per acquistare acqua in bottiglia, reputata più sicura di quella del rubinetto. “La gente non apprezza l’acqua potabile del rubinetto perché è a buon mercato, e questo a volte nell’immaginario collettivo non è considerato una garanzia.

Il fabbisogno idrico giornaliero per un individuo adulto in condizioni normali è di un litro e mezzo e fino a due litri al giorno. Bere è molto importante per la nostra salute per le varie funzioni che questo elemento svolge all’interno del nostro organismo, composto al 65% di acqua. Non è sempre vero però che l’acqua in bottiglia sia migliore dell’acqua potabile del rubinetto, e i più recenti studi scientifici europei lo hanno confermato.

Un consiglio utile è quello di leggere attentamente le informazioni contenute nelle etichette delle imbottigliate. Confrontarle poi con le proprietà dichiarate dalle Asl locali, sulle caratteristiche dell’acqua erogata nelle case.

Ma, se non bevi l’acqua del rubinetto, perche’ la mangi?

Come abbiamo già detto l’acqua domestica non è depurata ma inquinata da moltissime sostanze chimiche tossiche (anche se entro i limiti di legge). Spesso, all’interno dell’acqua domestica che viene erogata dal rubinetto, troviamo della sabbia e/o dei pezzettini di ruggine che disturbano: palato, fegato,e reni.

Chi beve acqua in bottiglia di solito lo fa perché non si fida dell’acqua domestica che esce dal rubinetto. Stranamente però utilizzano l’acqua che esce dal rubinetto di casa per: cucinare pasta, fare il thè/caffè, e preparare delicate pappe ai propri bambini. Il più delle volte pensiamo di essere sicuri dell’acqua domestica che esce dal rubinetto quando la usiamo per cucinare, solo perché viene fatta bollire

Questa è una mezza verità poiché è vero per gli eventuali microrganismi presenti nell’acqua ma è assolutamente falso per le sostanze chimiche. Infatti le sostanze chimiche presenti nell’acqua potabile che esce dal rubinetto dopo la bollitura, anziché essere eliminate, vengono addirittura rese più concentrate e quindi più pericolose.

La conferma che la bollitura non elimina gli inquinanti chimici presenti nell’acqua che esce dal rubinetto di casa, la troviamo nell’acqua distillata. Infatti l’acqua distillata è l’unica acqua che non contiene assolutamente alcuna sostanza chimica poiché si ottiene per raffreddamento del vapore prodotto con la bollitura.

Questo ci conferma che tutte le sostanze chimiche, con la bollitura dell’acqua domestica, rimangono al suo interno mentre l’acqua priva di inquinanti è quella che evapora.
È facile capire che tutti i cibi che cuociamo nell’acqua che esce dal rubinetto di casa assorbono gli inquinanti che essa contiene proprio come assorbono il sale da cucina che aggiungiamo all’acqua quando cuociamo la pasta.

Quindi perché se non ci fidiamo a bere l’acqua che esce del rubinetto di casa continuiamo a “mangiarla”?

La soluzione? E’ opportuno quindi iniziare a depurare l’acqua che sgorga dal rubinetto di casa, acquistando un depuratore di acqua domestica.

I depuratori d’acqua domestici sono costituiti da una serie di sistemi filtranti che che rimuovono alcune sostanze chimiche nocive che potrebbero essere presenti nell’acqua del rubinetto.

_____________________________________________________

4 min read – fonte ambiente.tiscali.it | vivolibero.org |  – C.C.


Scrivi un commento